La tariffa proposta viene calcolata incrociando una serie di dati sul veicolo (anzianità, alimentazione, tipo di utilizzo, antifurto utilizzato e km di percorrenza media annua), con alcuni dati relativi al conducente (età, professione e residenza), che sulla base della categoria di appartenenza,del tipo di utilizzo del veicolo e dei dati risultanti dall’attestato di rischio (i sinistri dichiarati negli ultimi 5 anni), concorrono a formare la tariffa proposta. Questa sarà poi personalizzabile con l’aggiunta delle garanzie accessorie e delle clausole corrispondenti alle esigenze di ognuno.

In ogni caso i parametri usati per il calcolo delle tariffe non sono standard, ma si differenziano fra compagnia e compagnia e non danno lo stesso risultato partendo dagli stessi dati, è necessaria dunque una lunga operazione di confronto fra le offerte delle varie compagnie e fra i servizi offerti ed prezzi calcolati.

Numerose altre possibili clausole influenzano il risultato finale, come la guida libera (la possibilità che il veicolo sia condotto da soggetti diversi dal titolare della polizza), o limiti al chilometraggio, altri tipi di clausole riguardano la possibilità di una franchigia o il diritto di rivalsa. La combinazione di tutte questi elementi porta a risultati molto differenti fra le varie compagnie, è dunque consigliabile individuare il tipo di contratto per le proprie esigenze ed effettuare una comparazione fra le varie offerte presenti sul mercato.

Rivolgendoti al nostro gruppo di professionisti otterrai gratuitamente e senza impegno il preventivo più conveniente e risparmierai tempo e denaro.